Logo Circolo Didattico San Giorgio C.se Circolo Didattico di
San Giorgio C.se

Vicolo Bianchetti, 17 - 10090 San Giorgio Canavese (TO)
Cod. Mecc.: TOEE16800L - Cod. Fisc.: 83501980011
Tel: 0124 32220 - Fax 0124 450423 - E-mail: TOEE16800L@ISTRUZIONE.IT - P.E.C.: TOEE16800L@PEC.ISTRUZIONE.IT

Il sito web della Direzione Didattica di San Giorgio Canavese non viene più aggiornato e rimane online per consultazioni d’archivio.

Tutti i nuovi aggiornamenti sono ora pubblicati sul nuovo sito dell’Istituto Comprensivo di San Giorgio Canavese

Integrazione

L’INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

In base alla legislazione vigente (legge 104 del 5/2/92) la scuola ha il
compito di intervenire per ridurre le situazioni di disagio dovute a deficit
di varia natura.
L’intervento individualizzato deve essere precoce, graduale, metodico ed
impegna, in un rapporto di corresponsabilità, tutti gli operatori (dirigenti
scolastici, docenti, genitori, collaboratori scolastici, specialisti del
servizio territoriale di Neuropsichiatria infantile, etc.), nel difficile
percorso di accettazione della diversità che rappresenta un importante
momento di crescita personale e umana per ogni componente della
comunità scolastica.
L’inserimento degli alunni diversamente abili nelle sezioni/classi, si pone
come finalità la piena integrazione di ognuno; a tutti deve essere offerta
ogni opportunità formativa con l’obiettivo di consentire a ciascuno il pieno
sviluppo delle proprie potenzialità.
In questo processo la famiglia riveste un ruolo di rilevanza fondamentale
per la realizzazione del Progetto Educativo.
Per ogni alunno, così come previsto dalla legge, la scuola redige un
apposito PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO (PEI), in
collaborazione con la famiglia e i referenti dell’ASSL,
Per favorire l’integrazione, la scuola si avvale di insegnanti statali
specializzati (docenti di sostegno) e se necessario di personale
assistenziale messo a disposizione dagli Enti Locali.

  IMPIANTO ORGANIZZATIVO

Il Circolo Didattico di S:Giorgio si è impegnato, in questi anni, nel dare
risposte precise alle esigenze educative individuali senza tralasciare il
naturale bisogno di socializzare insito in ogni bambino.
La programmazione didattica e, in particolare, la progettazione educativa
vengono elaborate tenendo conto delle potenzialità e delle esigenze degli
alunni in difficoltà, prediligendo scelte metodologiche mirate,
riconducibili al patrimonio di esperienze in possesso di ogni singolo
bambino.
La progettazione del percorso è collegiale, corresponsabile e si struttura
nei seguenti momenti:
- Osservazione del bambino
- Individuazione delle aree individuali di sviluppo
- Organizzazione del lavoro individuale, per gruppi e collettivo
- Verifica e valutazione sistematica sia del processo di integrazione che
delle abilità sviluppate dall'alunno
- Eventuali adeguamenti in itinere del piano di intervento

Per promuovere l’inclusione scolastica degli alunni diversamente abilivengono promosse attività specifiche diversificate a seconda delle necessità degli studenti coinvolti nel processo di integrazione.

Vengono attivate esperienze di apprendimento cooperativo, laboratori, attività ludico-motorie e lavori strutturati che prevedono in larga parte
l’impiego delle nuove tecnologie.
Nel Circolo opera un’apposita “Commissione Integrazione Scolastica ” con il compito di coordinare e ottimizzare le risorse che sono finalizzate alla
realizzazione del processo di inserimento/integrazione, che si riunisce più volte all’anno.
Inoltre il nostro Circolo da diversi anni aderisce ad un accordo di Rete, che fa capo al Circolo di Pavone, per la promozione di iniziative
finalizzate all’integrazione degli alunni diversamente abili.
Scopo dell’iniziativa è quello di mettere a disposizione delle Scuole aderenti alla rete risorse umane e professionali particolarmente
significative ed utili, nell’ottica della possibile costituzione di un Centro di consulenza/formazione sui temi specifici dell’integrazione, rivolto ai
docenti, al personale della scuola ed ai genitori di alunni in questa particolare situazione. Nell’ambito dell’ accordo è stata creata la
Mediateca per l’Handicap che permette ai nostri docenti l’accesso gratuito ad alcuni degli ausili informatici utilizzati dagli alunni del Circolo.

 

ICF - CY

Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute

Clicca per visualizzare la presentazione realizzata dalle docenti Barca Laura e Pogliano Sabrina

http://www.slideshare.net/SCUOLAPR/corso-icf

Scarica Checklist ICF in formato PDF

 

 DGR 16/2014

Clicca per visualizzare la presentazione realizzata dalla Dirigente Scolastica 

http://www.slideshare.net/SCUOLAPR/la-dgr16-del-2014

 

 

INCLUSIONE SCOLASTICA E PARI OPPORTUNITÀ

 

Una scuola di tutti e di ciascuno

 

«La scuola italiana sviluppa la propria azione educativa in coerenza con i principi dell’inclusione delle persone e dell’integrazione delle culture, considerando l’accoglienza della diversità un valore irrinunciabile»

 

(Indicazioni nazionali per il curricolo 2012, p. 20)

 


 


Schools for health in Europe

 

 


pago in rete